img_0851

National Gallery: Take It Easy!

ottobre 4, 2016 0

Esatto, mettetevi il cuore in pace che tanto in un paio d’ore, o anche un giorno intero, tutta non la potete visitare. O meglio, se passate davanti ai quadri senza fermarvi forse ce la fate, ma a quel punto andate ad Oxford Street a guardare i negozi che è la stessa cosa.

La National è tanta e soprattutto c’è tanto dentro, quindi o avete già in mente cosa volete vedere (e a quel punto basta cercarlo) oppure, se fate come me, ve la vivete tranquillamente e senza ansie. Come? Così: all’entrata una signorina gentile potrà fornirvi una audio guida in diverse lingue (con uno sconto se siete studenti) sulla quale basterà digitare il numero dell’opera (riportato di fianco alla stessa) per far iniziare la riproduzione della guida. A questo punto entrate in una delle sale, vi scegliete un quadro che vi piace (attenzione che non tutti sono registrati sulla guida), vi ci sedete di fronte e fate partire l’aggeggino. E ascoltate. E contemplate l’opera. E se volete fate come me, fate ottocento foto (mi raccomando niente flash). E se proprio poi volete fare i pignoli, quando la guida vi sproloquia su qualche dettaglio particolare del quadro fate delle belle foto propio a quel dettaglio. Io, ad esempio, la guida la ascolto due volte per ogni opera; la prima mi fa da sottofondo mentre scatto le foto cogliendo a tratti varie informazioni, mentre la seconda è quella che ascolto per intero e che mi da l’input per fotografare i dettagli del dipinto. Ora non vi resta che tornare al punto di partenza e reiterare il processo: alzatevi, cercate un quadro che vi piace… Insomma, se decidete di vivere Londra, non potete non vivere anche la National Gallery. Prendetevi pure un giorno intero se volete, ma rilassatevi e immergetevi completamente nell’atmosfera calma e rilassante che le sale creano con la loro luce soffusa e le sedie imbottite.


Leave a comment:

Dimmi quello che pensi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: